pace

Marco per la Pace

Siamo a dicembre 2002, spirano forti e inarrestabili venti di guerra: noi non vogliamo la guerra, i poveri, la gente comune non la vuole. Tre anni fa in questi giorni eravamo a Baghdad. Coinvolti da Tusio De Iulis rappresentanti dell’Università di Chieti e della USL di Pescara a testimoniare le condizioni di vita di un Paese sottoposto ad un embargo decennale. Non possiamo immaginare ulteriori sofferenze per quelle persone già costrette a vivere in condizioni precarie, non possiamo credere che arrivino bombe e distruzione invece che medicinali e generi di prima necessità. E Tusio quale Presidente dell’Associazione “Aiutiamoli a vivere” ha organizzato un concerto a Baghdad per l’ 8 dicembre il “ Concerto per la pace”. Hanno partecipato artisti da tutto il mondo, anche di Pescara. Tusio ci chiede un aiuto per le spese organizzative: sfonda una porta aperta!

 E l’8 dicembre in Mesopotamia volano le note della pace. INUTILMENTE!